Dicembre 3, 2020

Opere di 8 artiste per l’Arser

L’inaugurazione di questa mostra doveva coincidere con la Festa della Donna nel mese di marzo 2020, purtroppo invece è stata annullata a causa del ‘lockdown’. Fortunatamente però, di necessità è stata fatta virtù. La rassegna infatti, composta da una serie di sculture realizzate in esclusiva da otto artiste per l’Arser – che rappresenta anche un omaggio a tutte le donne – è ormai disponibile in rete per visite virtuali. 

Riprodotte in bronzo, ottone e peltro, le opere esposte sono multipli d’arte. Numerati e firmati, i multipli offrono delle soluzioni ideali per regali, come ricordo di qualche importante evento aziendale oppure come piacevoli oggetti da conservare in ufficio o a casa. Attraverso lo sguardo femminile di Mirella Forlivesi, Annamaria Gelmi, Mamona Patrizia Guerresi, Cristiana Isoleri, Luciana Matalon, Cristina Roncati, Maria Pia Fanna Roncoroni e Rodica Tanasescu, si ispirano a temi naturali, geometrici o astratti. 

Fondata nel 1974 a Brescia da Giovan Battista Bettoni, l’Arser propone e produce multipli di sculture, realizzati in esclusiva da noti artisti italiani. I primi cataloghi Arser presentavano opere di Giò Pomodoro, Pino Spagnulo, Mauro Staccioli e Carmelo Cappello. Poi, a partire dal 1990, l’Arser Edizioni si è impegnata a divulgare l’arte scultorea mediante la partecipazione a mostre allestite nelle più importanti gallerie italiane ed estere. 

Tra i progetti più recenti elaborati dall’Arser spicca il catalogo ‘Natura’, che contiene opere di Dalisi, Chersicla e Gelmi. Prodotte con le più avanzate tecnologie, esse offrono una visione inedita della scultura di piccole dimensioni, collocata tra arte e design industriale.